Letteratura

“Roma città aperta”, capolavoro di Rossellini

Ancora una volta mi valgo del proclamato diritto di sostituire il solito esame di un’opera narrativa con un suo equivalente filmico. Il 2 giugno, ricorrenza della nascita della Repubblica, ci ha regalato la visione del capolavoro di Roberto Rossellini, “Roma città aperta”, un film che ovviamente non era sfuggito alla mia attenzione negli anni giovanili, ma si sa bene che !repetita iuvant”, [...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard
Letteratura

I leggeri e ariosi racconti di David Leavitt

Devo essere grato alla Società Editrice Milanese che, avendo apprezzato una mia recensione dedicata all’ultima opera di David Leavitt, “Il decoro”, mi ha spedito altri titoli dell’autore statunitense, cui posso attingere, quando magari mi sento stanco di parlare dei rozzi prodotti di casa nostra. Mentre Leavitt è leggero, ricorda da vicino il nostro Arbasino, con la stessa abilità [...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard
Letteratura

Quanto il “cattivo poeta” (D’Annunzio) è invece buono

Mi valgo ancora una volta della facoltà di mettere al posto di un intervento su qualche romanzo l’analisi di un film, in nome dell’autorizzazione che ricavo da Aristotele, di considerare le opere narrate in terza persona simili nelle strutture a quelle gestite direttamente da attori, anche se ovviamente lo Stagirita pensava ai generi teatrali, del tutto ignaro dell’avvento del cinema e della [...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard
Letteratura

Banville, chi ha ucciso un sacerdote spregiudicato e senza legge?

Continuo a essere omaggiato delle sue uscite da parte della casa editrice Guanda, il che mi fa molto piacere, dato che così vengo a conoscere autori stranieri altrimenti a me sconosciuti. Questa volta si tratta di un irlandese, John Banville, quasi alla soglia degli ottant’anni, di cui confesso di non aver letto nulla. Le scritte di copertina usano per lui gli epiteti di “giallo” e di [...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard
Letteratura

Benassi, o dei buoni servigi di un cane

Qualche tempo fa ho lodato Giuseppe Benassi al ricevimento di un suo “giallo”, “Tra le tue sgrinfie”, ritenendo di essere in presenza di un inizio di produzione, invece ho scoperto che si tratta di un autore multiplo di “gialli”, degno concorrente dei vari maestri nostrani in questo filone, pronto a farmi giungere, ora, un nuovo prodotto, “L’uomo col chihuahua”. Dico subito che [...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard
Letteratura

Fingerle, impossibilità di una lingua madre

Ho già fatto più volte le lodi del Premio Calvino, che a differenza di altri più titolati ha il merito di segnalare voci nuove della nostra narrativa, Se ne sta pure accorgendo l’editoria che conta, infatti il romanzo di Nicoletta Verna, “Il valore affettivo”, insignito con menzione speciale al Calvino, è uscito da Einaudi stile libero e ha mietuto una serie di recensioni favorevoli [...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard
Letteratura

Andrea Inglese e le tentazioni della “vita adulta”

Andrea Inglese è una mia vecchia conoscenza, infatti si era presentato nel 2011 a RicercaBO, l’appuntamento bolognese che aveva dato seguito all’altro, di Reggio Emilia, intitolato a RicercaRE, e forse meno fortunato, a livello di narrativa, ma molto fertile, in campo di poesia, come del resto è consuetudine nella nostra letteratura contemporanea, dove la poesia arriva sempre per prima agli [...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard
Letteratura

Trasciatti, acrobazie di buon gusto giapponese

Io mi considero ormai votato a un servizio pubblico sul tipo di un bancomat, magari in questo caso di potrebbe parlare di un “narratomat”, portato a dare un responso a chiunque inserisca nella mia casella un suo prodotto narrativo appunto per ottenere da parte mia un responso, che non può mancare, solo che il prodotto presentato abbia qualche grado di valore. Come è nel caso di Alessandro [...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard
Letteratura

La buona produzione narrativa di Manni

Ricevo due romanzi editi da Manni, e mi fa molto piacere registrare questa perseveranza di una casa editrice che mi è molto cara nel confermare una sua permanenza nella narrativa. Ne ho già apprezzato molte uscite, che mi hanno consentito di esprimere giudizi positivi su autori quali Cosimo Argentina, Livio Romano, Chiara Bottici. Oltretutto, queste due prove appena edite sono estremamente [...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard
Letteratura

Nicoletta Verna, un buon frutto del Premio Calvino

Sono ben lieto di aver ricevuto “Il valore affettivo” di Nicoletta Verna, emerso l’anno scorso nella preziosa selezione che conduce il Premio Calvino, distinguendosi nella miriade di premi nostrani per il compito davvero provvidenziale di andare alla ricerca di nuovi talenti narrativi. Se l’anno scorso avessimo tenuto regolarmente il nostro RicercaBO, invece di esserne impediti dal covid, [...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard