Letteratura

Avoledo e le sue peripezie tra il credibile e no

Tullio Avoledo è stato uno degli ultimi narratori ad affacciarsi alla serie felice tenutasi a Reggio Emilia, RicercaRE, con brani di un romanzo di cui non ricordo il titolo, in cui annunciava già la sua natura irrequieta ed errabonda, anche se per il momento ancorata alla condizione di un modesto impiegato di banca provinciale, che però, scendendo negli scantinati dell’edificio, vi coglieva [...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard
Letteratura

La cinquina finale del Campiello

Come previsto, vado a confrontare le mie ipotesi sulla graduatoria finale della cinquina del Campiello con l’esito della votazione che dovrebbe essere il frutto non già di pseudo-esperti, come avviene allo Strega, ma di una platea di lettori comuni. Purtroppo la mia prelazione a favore della Ranieri e del suo Stradario  eccetera non ha avuto seguito, quel romanzo, che a mio avviso è [...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard
Letteratura

Una storia di angeli custodi

Ricevo l’opera prima di Leo Giorda, L’angelo custode,steso da un giovane di 26 anni, e come sempre non mi esimo dal dovere di parlarne, Tanto pe cambiare, si tratta di un giallo, ma niente paura, si potrebbe dire che questa è un’astuzia di tanti nostri narratori per svolgere quello che uso definire un realismo con due “neo. Infatti quello che convince, è il volto di una Roma popolare, [...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard
Letteratura

Alla ricerca di un equilibrio con gli squalii

Ricevo, per via strana, da una condomina di dove sto trascorrendo le vacanze estive, tre volumi di sua figlia, di cui due di narrativa. Comincio dal primo apparso di questi, Caterina Bonvicini, di anni48, L’equilibtio degli squali,che mi sembra valido, degno di entrare in qualche rinomata cinquina. Coraggioso il riferimento a scene esotiche di caccia agli squali, vissute da vicino, in [...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard
Letteratura

Il tuffatore

Chiudo la mia anticipazione sulla cinquina del Campiello, quale risulterà dal voto popolare, dichiarando la mia perplessità circa il posto da assegnare a Elena Stancanelli e al suo Tuffatore,che è una biografia di Raul Gardini, molto accurata e piena di cose utili da sapersi. Il che le potrebbe anche procurare un primo posto, oppure ci sarebbe quasi da escluderla dalla rassegna, trattandosi [...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard
Letteratura

Pascale, gli alberi stanno a guardare

Continuo a stilare la mia ipotetica classifica dei cinque finalisti al Campiello, curioso di vedere in che misura il pubblico di comuni lettori coinciderà con le mie scelte. Ho già detto anche che al primo posto spero che vedere la Ranieri, col suo Stradarioeccetera. E anche per il secondo ho fatto la mia opzione  a favore di Bernardo Zannoni, conquistato dal coraggio con cui fa parlare [...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard
Letteratura

Viva il mondo delle faine

Devo confessare che nei miei interv   enti sui nostri maggiori premi letterari mi sono dimenticato del Viareggio, che invece ha fatto bene il suo dovere premiando Veronica Raimo e il suo Niente di vero, una delle cose migliori dell’anno. Invece il fior fiore di gente di lettere circolanti attorno allo Strega ha premiato l’irrilevante Desiati. Ora ritorno al compito di anticipare una [...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard
Letteratura

In attesa del Campiello

Naturalmente anche per il Premio Campiello mi accingo a fornire la mia graduatoria della cinquina ufficiaie, che al solito potrebbe essere molto diversa da quella stabilita dal voto di lettori coperti dall’anonimia, su cui peraltro è lecito dubitare, Questa volta si comincia con una nota positiva, in quanto la giurira è riuscita a raccogliere  l’opera di Daniela Ranieri, Stradario aggiornato [...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard
Letteratura

Laura Falqui, il coraggio della favola

Qualche tempo fa ho dedicato sull’”Immaginazione “ un pollice rectoa Laura Falqui  e ai suoi Fondamenti di vitaceleste sulla terra. Questo mio apprezzamento mi ha fatto avere dall’autrice due testi per ora solo in manoscritto, con l’impegno di presentarli nel prossimo autunno qui a Bologna, alla Casa di Carducci. Mi porto avanti nei lavori e parlo ora di uno [...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard
Letteratura

Il romanzo “randagio” di Marco Amerighi

Chi avrà un po’ di pazienza potrà leggere nel prossimo mio pollice sull’”Immaginazione” la classifica da me redatta sull’esito del Premio Strega, in cui, neanche dirlo, ho messo all’ultimo posto il primo arrivato,   Desiati, a giudizio di una giuria di inesperti o di seguaci di occulti interessi. Vincitrice avrebbe dovuto essere Veronica Raimo con il suo Niente di vero[...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard