Attualità

Dom. 22-5-22(Come fare pace in Ucraina)

Una cosa che non mi va, nei discorsi di Draghi, cui peraltro confermo la mia fiducia, riguardanti un tentativo di pace per l’Ucraina, è che a deciderne i termini debba essere Zerensky. No, così non va, se il Presidente evoca ancora l’esigenza di ritornare allo status quo ante. Del resto, forse che Zerensky non è un autocrate, riunisce forse un qualche parlamento, chiede a qualcuno come si [...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard
Arte

Una Biennale di fuoco

Confesso di essermi recato a questa Biennale con molti pregiudizi, per il carattere “nepotista” della nomina della direttrice Alemani, moglie di un precedente direttore. Per il pessimo titolo dato all’intero evento, con due parole cui sono allergico, “latte” e “sogni”; per lo sbandieramento di indigeste artiste surrealiste da lasciare dove stanno, la Carrington e Leonor Fini. E in [...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard
Attualità

Dom. 15-5-22 (Davide e Golia)

Che dire allora della missione di Draghi a Washington, a incontrare Biden? Credo che ne abbiamo avuto la conferma che Draghi non è un politico, ma un grande banchiere, abile nel fare le parti, nell’assegnare a ciascuno il suo, in un quadro di equlibri ben bilòanciati. L’unico talento politico che ora abbiamo nell’UE è Macron, col suo ammonimento che se si vuole davvero andarea una trattativa [...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard
Letteratura

La storia non si addice a Valeria Parrella

Non so proprio che cosa abbia indotto Valeria Parrella a lasciare i territori sicuri dell’attualità che sapeva percorrere abbastanza bene per tentare invece le vie del romanzo storico, con tante titubanze e incertezze. Ricordiamo ancora il suo capolavoro assoluto, Lo spazio bianco, avvincente storiai di un parto prematuro che induce la madre a svolgere una battaglia contro il tempo per [...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard
Arte

Perché cancellare l’istituzione musei?

Il Sindaco di Bologna Lepore annuncia sulla stampa locale (con riscontro anche su Artribune) di aver sciolto l’istituzione musei. Ricordo a malincuore che quella era stata una utile conquista di Concetto Pozzati, il nostro più noto artista dai Settanta in su, quando oltretutto era stato assessore alla cultura, sempre del Comune bolognese. Si pensi che fino a quel momento le delibere prese dal [...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard
Attualità

Dom. 8-5-22 (ancora Macron)

Avevo visto giusto, nel mio ultimo domenicale, ipotizzando che Macron, una volta consolidata la sua carica all’Eliseo, si sarebbe precipitato a telefonare a Putin. Però, temo, in modi non sufficienti, cercando di far leva sul senso di umanità del dittatore russo, notoriamente inesistente. Come suggerivo, ma i miei suggerimenti si disperdono nel nulla, Macron e compagni hanno un valido argomento [...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard
Letteratura

Robecchi, un Romeo e Giulietta dei nostri giorni

Confesso che fino a pochi giorni fa ignoravo che nella squadra dei nostri solerti giallisti ci fosse pure Alessandro Robecchi. Me lo fa sapere ora una sua Piccola questione dicuore, che poi tanto piccola non è, in quanto si tratta di  un amore estremo da cui sono legati un baldo giovane di buona famiglia, Stefano Dessì, e una avvenente avventuriera di nascita rumena, Ana Petrescu. [...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard
Arte

Soffiantino e il ritorno dell’Informale

La Fondazione Ferrero di Alba dedica un omaggio al ricordo di Giacomo Soffiantino (1929-2013), il che non mi dispiace affatto. Lui stesso e i suoi due colleghi tornesi Sergio Saroni e Piero Ruggeri appena un po’ più giovani di lui mi ricordano una stagione gloriosa, quella dell’Informale, che fu anche forse la più importante per la mia città, Bologna, all’ombra di Francesco Arcangeli, che [...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard
Attualità

Dom. 1-5-22 (sia l’UE la garante)

Anche in questo fine settimana mi devo ripetere, non si può lasciare agli USA di condurre il gioco nella guerra Ucraina-Russia, è evidente l’interesse degli americani che lo scontro si protragga il più possibile per recare danni al nemico di sempre, la Russia, e nella partita purtroppo ci sta anche Zelensky, che aspira addirittura alla vitttoria, si vede che non gli basta lo sfacelo di città [...]  CONTINUA A LEGGERE

Standard